Abbondio

www.abbondio.it

La nuova linea di bibite Abbondio


La società Abbondio è stata uno dei primi produttori italiani di bibite. Fondata nel 1889 da Angelo Abbondio, a Tortona, vicino ad Alessandria, con il nome di “Premiata Fabbrica Bibite Gassate”, cominciò con la produzione di una gazzosa bianca, ancora oggi prodotto di punta dell’azienda.




Nel 1997 l'azienda - ancora di proprietà degli eredi del fondatore - venne rilevata da Federico Devecchi, ingegnere tortonese all'epoca poco più che trentenne, che modernizzò le attrezzature e decise di scommettere su questo marchio storico così radicato nella realtà locale. Grazie anche ai consigli di Paolo Molinari, un manager con precedenti esperienze nel mondo della birra e dei vini, i fratelli Devecchi sono riusciti in pochi anni a trasformare una tranquilla azienda di provincia, che distribuiva le sue bibite nel raggio di non più di 50 chilometri, in uno dei brand di maggior successo del mercato. Il successo è dovuto senza dubbio anche ad alcune geniali intuizioni di marketing, quali la bottiglia con la biglia e la serie vintage, una serie di sei bibite presentate con etichetta pin-up.


Un recente manifesto pubblicitario.


La bottiglia con la biglia nasce in Inghilterra nel 1872 da un’idea dell’inglese Hiram Codd per chiudere ermeticamente le bibite utilizzando la pressione della gasatura. Questo sistema di chiusura nel tempo fu poi gradualmente sostituito con la chiusura a mezzo di tappi metallici a corona, ancora oggi in voga per le bottiglie tradizionali. Abbondio ha avuto l’idea di rilanciare l’originale sistema della chiusura a biglia, pur realizzato con una tecnologia completamente rinnovata, in una variante della serie Vintage Edition.
Ma la vera novità, che non ha mancato di generare molte imitazioni tra le ditte concorrenti, è stata l’introduzione delle bottigliette cosiddette “vintage”, bottigliette colorate e dalle forme sinuose, che raffigurano sulle etichette ragazze in stile pin-up americane degli Anni ’50, con una decisa sfumatura di tipo burlesque, lo stile erotico-glamour ritornato prepotentemente alla ribalta nei primi anni del 2000. Una ragazza diversa per ogni tipo di bibita, con i colori del costume in tinta in pendant con la bibita stessa, dal verde menta al rosso ginger. E naturalmente il chinotto. I disegni sono ripresi dalle pubblicità dei calendari di Gil Ever Green, con un tocco di rivisitazione italiana. Come affermano alla Abbondio, «La nostra idea vincente è stata far uscire il chinotto e le gazzose dalla polvere dei consumi da dopolavoro puntando sulla tipicità e giocando con ironia sulla memoria» [cit. La Stampa, SERGIO MIRAVALLE]

Oggi le bibite Abbondio si trovano nei locali più sofisticati, nei migliori negozi di specialità alimentari ed enoteche d'Italia e comprendono tre linee: Codd (con il collo a 8 e la biglia interna), Vintage e Litro. Il chinotto è disponibile in tutti e tre i formati. In alcuni siti, Abbondio dichiara che alla base della ricetta c'è la miscela con un "ingrediente segreto".
 Insieme al chinotto, la stessa marca ha lanciato un set di nuove bibite gassate, compesa la cedrata e la spuma, tutte con etichette coordinate e accompagnate da una campagna pubblicitaria raffinata.