Ciappazzi


www.ciappazzi.it
Ciappazzi è una storica ditta d'imbottigliamento di acque e bibite gassate prodotta in provincia di Messina.
Lo stabilimento fu fondato nel 1960, insieme alle Terme di Castroreale, dal cavaliere del lavoro Umberto Perroni, già creatore e proprietario della STEA s.p.a. (Società Terme E Alberghi) morto nel 1992. Oltre alla diffusissima acqua frizzante “Ciappazzi”, lo stabilimento produceva molte bibite, come l’Artemisia, la storica gassosa che dominava il mercato siciliano negli anni ’80 e ’90, spuma e chinotto.
Negli anni novanta per intervenute difficoltà finanziarie ed organizzative, l'azienda fu ceduta a Ciarrapico, allora re delle acque minerali e quindi alla Cosal, che faceva capo a Callisto Tanzi. Le vicende culminarono con la chiusura dell’azienda nel 2004, in seguito al crack Parmalat.

 
Lattina Ciappazzi anni '80 e la corrispondente etichetta di bottiglia


Nel 2010 l’azienda ha potuto riaprire grazie a “La Commerciale srl” di Barcellona Pozzo di Gotto (ME), che ha acquistato la Ciappazzi all'asta nel 2005. Una notizia che è stata accolta con grande entusiasmo dai media locali, rappresentando un evento rilevante per il rilancio di un simbolo storico del settore alimentare locale, ma anche per ciò che riguarda l’occupazione. [Emanuele Rigano, http://www.tempostretto.it/news/un-ritorno-del-made-sicily-riapre-la-ciappazzi.html]

Sin dalla data dell'acquisto è stato sottoposta a radicale trasformazione, migliorando tutti gli ambienti, non solo il reparto produzione le cui nuove macchine sfornano 6.000 pezzi l'ora. Rinnovata anche l'intera condotta adduttrice che partendo da Roccabianca, dalle falde cioè dei monti di Novara di Sicilia (contrada Pirgo) giunge fino a Terme Vigliatore.


Ottenuta la concessione dell'Ente Minerario Siciliano e l'autorizzazione sanitaria, sono state riaperte anche le “Fontanelle”, l'impianto “a spine” che permette alle famiglie locali e di tutta la zona di attingere acqua alla "spina" a prezzo popolare. L’impianto è stato acceso gratuitamente per i primi 15 giorni dopo l’inaugurazione.

La "Ciappazzi", nuova gestione, annuncia numerose novità, dalla rinnovata veste grafica del marchio ai formati di vendita. [Salvatore E. Papa, http://www.gazzettadelsud.it]

    
Due etichette storiche Ciappazzi, del 1986 e del 1989  
  

un tappo a corona e due vassoi