Caramelle al chinò

La novità che salutammo con entusiasmo nel 2006 fu l'introduzione sul mercato delle caramelle al Chinò, con doppia confezione: in formato da taschino come le chewing gum, e in sacchetto stile Golia, INCARTATE UNA PER UNA! Non riuscivo mai a mangiarle perché ogni volta che mostravo il pacchetto venivano immediatamente esaurite da una folla vorace. Come non condividere l'entusiasmo per il gusto dolceamaro, il colore accattivante e soprattutto la SORPRESA; ebbene sì, la GOCCIA, una vera deliziosa goccia di chinotto, non come quella del gorgonzola, che non sono mai riuscito a trovare nella mia vita!
Ebbene, le caramelle al Chinò non sono riuscite a sopravvivere più di un paio di estati, evidentemente i tempi non erano ancora maturi per il rilancio dei prodotti derivati dal chinotto. Non rimane che qualche scatoletta conservata con cura maniacale da pochi collezionisti..